Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)Italian - Italy
Soffre di iperacidità?
Il impiego di Basica®
Calcolo acido-base
Iperacidità cronica

Per far sì che il nostro metabolismo funzioni correttamente, deve essere garantito nell’organismo un equilibrio tra acidi e basi. Solo se vi è un giusto rapporto acido-base, i processi biochimici possono compiersi in maniera ottimale durante il metabolismo.
Se l’equilibrio acido-base si sposta verso una acidità cronica, ne risentono quasi tutti i processi biochimici nel nostro organismo. L’obiettivo principale è quindi quello di mantenere stabile l’equilibrio acido-base. Ciò può essere paragonato al mantenimento costante della temperatura corporea che ammette anch’essa solo variazioni minime. Parlando di equilibrio acido-base non ha senso prendere in considerazione solo l’apporto di acidi senza tenere conto allo stesso tempo anche della quantità di basi fornite all’organismo.
Decisivo per l’equilibrio nel nostro organismo non è solo la quantità di acidi o basi consumati, ma il loro bilancio complessivo. Un elevato apporto di acidi può infatti essere compensato senza problemi da un elevato apporto di basi.

La nostra attenzione è rivolta all’iperacidità cronica, la cosiddetta acidosi latente. “Latente” equivale a “nascosto” e sta ad indicare uno stato cronico che in un primo tempo non viene avvertito in alcun modo. Le acidosi latenti sono quelle che vengono osservate più di frequente nella pratica e si caratterizzano per uno spostamento minimo verso l’acidità del pH del sangue all’interno dei valori normali (pH 7,35 – pH 7,45). Allo stesso tempo si riduce il potere tamponante del sangue. L’acidosi latente evolve senza sintomi clinici specifici, vale a dire che all’inizio non avvertiamo alcuna alterazione nel nostro corpo.
L’acidosi acuta è invece una malattia mortale che deve essere affrontata senza indugio con misure di emergenza in grado di ripristinare immediatamente il pH fisiologico del sangue.
Nella pratica l’iperacidità acuta è piuttosto rara e si presenta per lo più come conseguenza di malattie degli organi determinanti per la regolazione dell’equilibrio acido-basico, ossia dei reni e dei polmoni. Poiché questa forma di acidosi acuta non può essere provocata da influenze alimentari, non ci occuperemo ulteriormente di questo argomento in questa sede.